ita eng a b z q N
Iscriviti alla nostra newsletter...

News ed eventi

29/05/2013

Napoli, 1 giugno: primo festival degli Spumanti del Sud al Romeo

Sabato 1 Giugno vi aspettiamo al Romeo con le nostre Bollicine Flegree "ASTRO" alla prima edizione del festival degli Spumanti del Sud

Gli spumanti italiani stanno vivendo un momento felice grazie alla ormai acquisita consapevolezza del fatto che sono vini da bere a tutto pasto e non solo nei momenti speciali. Il Sud ha saputo offrire un’ampia interpretazione di bollicine sia metodo classico che metodo Martinotti grazie alle numerosissime espressioni dei vari territori e dei tanti vitigni autoctoni di cui sono scrigno prezioso. Così l’ultimo degli appuntamenti in anteprima a Radici del Sud, il salone dei vini autoctoni del Meridione che si svolgerà al resort Masseria Caselli a Carovigno dal 5 al 10 giugno, è Bollicine del Sud, il primo festival degli spumanti del Meridione. Vi aspettiamo pronti a stappare sabato 1 giugno all’hotel Romeo dalle ore 18,30.

Queste le cantine aderenti:

Cantina Albea

Cantina del Vesuvio

Cantine Astroni

Cantine Babbo

Cantine del Notaio

Cantine Di Marzo

Cantine Teanum

Casa Setaro

Casebianche

Ciro Picariello

Consorzio Produttori Vini di Manduria

Corte Normanna

D’Araprì

Donnachiara

Donnafugata

Fattoria La Rivolta

Feudi di San Gregorio

Fontanavecchia

Grotta del Sole

I Favati

La Guardiense

La Molara

Librandi

Marramiero

Masseria Campito

Masseria L’Astore

Montesole

Sanpaolo

Sorrentino

Telaro

Tenuta del Cavalier Pepe

Terre d’Aione

Villa Raiano

Viticoltori De Conciliis



In accompagnamento agli spumanti ci saranno:

I prodotti del forno napoletano dell’Antica Panetteria dei buoni sapori di Melito di Stefano Pagliuca.

La Mozzarella di Bufala Campana Dop e altri prodotti delle Strade della Mozzarella di Barbara Guerra e Albert Sapere.

La Dolceria e Panettoneria Il Giardino di Ginevra di Casapulla di Anna Chiavazzo.

Una creazione per Bollicine del Sud realizzata da Puccj’s Cake di Pina Pranzo.

La frutta e le cruditè di Madrenatura biologica, az. agr. di Marialuisa Squitieri con punto vendita in via Santa Chiara a Napoli.

Ingresso più bicchiere: 5 euro

Il servizio sommelier sarà svolto dalla FISAR.


La cena

Per l’occasione l’hotel Romeo ha pensato due proposte menù per una cena esclusiva al Sushi bar o al ristorante Il Comandante.

Cena Sushi bar & restaurant

- Tataki di salmone

- Selezione di sushi

- Tonkatsu

- Gelato azuki

Costo 50€ (bevande escluse)



Cena ristorante Il Comandante

- Insalatina di gamberi con agrumi, fava tonka e alghe.

- Tartara di manzo con fonduta di parmigiano, scarola riccia, nocciole e pepe rosa

- Risotto con provola di Agerola, prosciutto d’oca affumicato e liquirizia

- Filetto di maialino con carote, birra e cru di cacao

- Triglia e cappesante, pomodoro e crema di erbe

- Mousse di yogurt di bufala con crema di limone di Sorrento, meringa alla lavanda e croccante al miele.

Costo 80€ (bevande escluse)

Per informazioni e prenotazioni alaimo.marina@libero.it

+
28/05/2013

VITIGNO ITALIA 2013 dal 2 al 4 Giugno presso CASTEL DELL'OVO NAPOLI - Vi Aspettiamo

Anche quest’anno la nostra azienda sarà presente a VITIGNO ITALIA,

Ancora pochissimi giorni e avrà inizio un nuovo appuntamento enoico "VITIGNOITALIA", questa volta però all'interno della nostra città in una location d'eccezione: Il castel dell'Ovo.

Dal 2 al 4 Giugno vi aspettiamo al salone dei vini e dei Territori Vitivinicoli Italiani.
La nostra postazione non cambia rispetto agli anni passati, pertanto saremo lieti di accogliervi e di degustare con voi i nostri vini nella sala C desk 12.

Vi attendiamo!!!!

Castel dell'Ovo, Napoli
SALA C - Desk 12

Vi aspettiamo!

+
28/02/2013

Lunedì 4 Marzo -"AZZURRA: nel Blu del pesce più Blu" Ristorante Napoli Mia

+
24/10/2012

SAN MARTINO 2012 - 11 Novembre - a CANTINE ASTRONI ?Brindisi di mezzodì per festeggiar San M artino come nostro Capodanno del Vino?

San Martino in Cantina
Domenica 11 novembre nelle cantine del Movimento Turismo del Vino della Campania è il Capodanno del vino
+
12/09/2012

Venerdì 14 settembre a Cantine Astroni

Per la prima volta nell'ambito di Malazè, la manifestazione "archeoenogastromica" flegrea, giunta alla VII edizione Winevent propone per venerdì 14 settembre alle ore 19.00, presso Cantine Astroni, un evento dedicato a un incontro di territori: "La Multiforme Falanghina: incontro di territori Campi Flegrei e Falerno". Tre falanghine dei Campi Flegrei incontreranno tre falanghine del Falerno, accompagnate dai produttori che le racconteranno.
L'incontro sarà volto a far conoscere attraverso i racconti degli stessi produttori e dei loro vini la versatilità di questo vitigno allevato in due areali diversi ma egualmente straordinari.
A fine degustazione Massimo Rocco, presidente della Cooperativa “Terre di don Peppe Diana” - Libera Terra di Castel Volturno, presenterà la mozzarella DOP: “Il G(i)usto della Mozzarella”. Seguirà un assaggio della mozzarella e di alcuni prodotti tipici locali.
A chiusura della serata, degustazione di sigari italiani a cura di http://www.amicidelladolcevita.it/

I posti sono limitati ad un numero massimo di 60 persone, è necessaria la prenotazione!

Costo di partecipazione: 10,00 euro.

Per info e prenotazioni:
Tel.: 3475613834 - 3392898732 - 0815884182
e.mail: info@winevent.it
+
1...8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16...19

Rassegna stampa

27/10/2022

Naples’ Volcanic Wines -  Wine Spectator - Robert Camuto

The first morning I woke in western Naples’ Campi Flegrei area, the view from my hotel terrace seemed paradisiacal.
Looking down the verdant hillsides, I took in the late-summer panorama of the glistening Gulf of Naples framed by the islands Capri and Ischia.
Then I noticed the smell: A putrid odor of rotten eggs seemed to have crept in on the morning breeze.
I quickly learned from other guests that this was not the fault of bad plumbing or pollution, but is the natural calling card of one of Europe’s largest active volcanic zones.
The Campi Flegrei (or Phlegraean Fields) is one giant smoldering super-volcano, with dozens of craters spread over about 80 square miles—much of that within the densely populated city limits of Naples, one of Europe’s most historic and chaotic metropolises. In the nearby countrysides are craters that look like large mining pits, where fumaroles release potent-smelling sulfurous gas.
Talk about volcanic terroir! In recent years, volcanic soils have become a hot topic in wine. But aside from Sicily’s Mount Etna, many of these so-called volcanic places haven’t been active for thousands of years.
At the other end of the spectrum of activity, Campi Flegrei is in a class of its own.
“This is not like Etna where you look up and see the volcano. Here you live in the volcano,” declares Gerardo Vernazzaro, the 46-year-old winemaker at his family’s Cantine Degli Astroni winery, named after the spent crater—now covered in forest and turned into a nature reserve—that sprawls miles below its oldest vineyard.
Naturally, there is a kind of fatalism here. Predictions are that one day it will catastrophically all blow up again. The last big eruption here, nearly 500 years ago, created the 430-foot Monte Nuovo over one week, and that mountain has slowly grown in height over the last 50 years. The once-chic Roman resort of Baiae, where Julius Caesar had a getaway, sunk into the sea following a seismic shift after the fall of the Empire. It’s now an underwater archaeological park.
Perhaps because the earth moves so much here, Campi Flegrei wines—principally the light Piedirosso reds and the local version of the white variety Falanghina—tend to be drunk quickly and locally.
“The wines here were born with the concept of carpe diem,” says Vernazzaro. “The idea is: Better an egg today than a hen tomorrow.”
Gerardo Vernazzaro checks out some of Cantine Degli Astroni's Piedirosso grapes as the family winery approaches harvest time.
Winemaker Gerardo Vernazzaro of Cantine Degli Astroni checks on the Piedirosso grapes, which handle hot summers well and are typically are harvested in October. (Robert Camuto)
Piedirosso makes some of the most appealing, easy-drinking reds I enjoyed this summer. Also known as Per e Palummo, Piedirosso is grown throughout Campania, including on Ischia island. Fresh, with low-to-moderate levels of alcohol (12 to 13.5 percent), the wines show red fruit and spice, becoming more savory and minerally as they evolve over time.
The image comes to mind of Gamay with a suntan.
Piedirosso—actually a family of related vines of different biotypes—is a late-ripening variety harvested in October that doesn’t seem to mind even record-breaking hot summers like 2022.
“Piedirosso is like we Neapolitans,” Vernazzaro says. “It likes the heat and sun.”
Astroni is in its fourth generation of farming here. Starting with the 2000 vintage, when Gerardo was finishing enology school up north, the family created a commercial label to market their wine. Astroni’s Piedirosso Campi Flegrei bottlings both come from the organically certified Camaldoli vineyard of volcanic sands and tuff stone. The Colle Rotondella bottling is fermented with native yeasts in stainless steel, and the Tenuta Camaldoli is made from a selection of grapes, from the vineyard’s best-exposed sections, that are fermented in cherry wood vats and aged in chestnut barrels.


Link: https://www.winespectator.com/articles/naples-volcanic-wines?fbclid=IwAR2ByxLAVbFWfUG8xpZdxAnpSK_8LD4VIgLmJbnTSwwnhr_kBJvpcVTIDgA

+
27/06/2017

Cogli l'attimo: Campi Flegrei Cantine Astroni

Un luogo magico e unico pieno di suggestioni, tappa ideale in un percorso eno-sensoriale, ambientato in uno scenario naturale senza eguali, dove la magnificenza della natura si celebra non solo attraverso la vista, ma soprattutto attraverso i profumi che arrivano a raffiche, misti all'aria salata. Basta fare un giro tra le vigne della Cantina degli Astroni per rendersene conto (...)
+
08/06/2017

Campania Stories 2017: I volti e i luoghi che stanno dietro le etichette

Una regione vinicola che non ti aspetti, la Campania, ricca di esperienze enoiche sorprendenti e di buone bottiglie da stappare
+
07/06/2017

Consigli imperdibili: i 5 rossi autoctoni da bere freschi, anche con il pesce!

Sarà perché da domani comincia Slow Fish a Genova (clicca qui per sapere proprio tutto di tutto su questo grande evento), sarà perché finalmente qui al nord sta iniziando il disgelo, si sta iniziando a pensare all’estate, al pesce e al dilemma dei vini rossi che nella bella stagione spaventano sempre un po’ il grande pubblico degli appassionati...
+
29/01/2009

Guida dei vini alla Feltrinelli

Per la prima volta Napoli ha la sua guida vitivinicola: 61 aziende e 700 etichette. Uno strumento indispensabile per gli appassionati e gli operatori del settore.

I VINI DEL CUORE
Ecco i 33 bicchieri con i quali ho potuto raccontatare dal 1995 il miracolo della viticoltura partenopea. Parlano al cuore per la storia, i personaggi, i luoghi, le situazioni in cui sono stati bevuti. Sono i miei preferiti, non i migliori. Mi regalano emozione, non tecnica.
+
1 - 2
Gennaio 2023
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
26 27 28 29 30 31 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5

Riconoscimenti

SETTEMBRE 2016 - SLOW WINE 2017 - MONETA

Falanghina Campi Flegrei "Colle Imperatrice" 2015 - Miglior rapporto qualità/prezzo

GIUGNO 2011 - RADICI DEL SUD 2011 - PUGLIA

  • Falanghina "Colle Imperatrice" – categoria Falanghina – I° Classificato
  • "Rais" – categoria aglianico - I° Classificato

GIUGNO 2011 – 12° Selezione Nazionale Vini da Pesce

Diploma di Merito Falanghina Campi Flegrei Doc - "Colle Imperatrice"

MAGGIO 2011– Vitigno Italia 2011 – Concorso Vino Perfetto

I° classificato - "Colle Rotondella" Piedirosso Campi Flegrei DOC
1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10